Si chiama “Dieta Mind” ed è tra le più amate dell’anno: come funziona e perché del suo successo

Uno dei regimi alimentari più amati dell’anno è la Dieta Mind, la quale sta conquistando sempre più persone: ecco come funziona.

Il regime alimentare MIND è l’acronimo di Mediterranean-Dash Intervention for Neurodegenerative Delay ed è, in buona sostanza, la combinazione del meglio della dieta DASH e della dieta mediterranea, nonché di altre forme dietetiche specifiche per il cervello.

Dieta MIND: come funziona
La MIND è tra le diete più amate dell’anno – newsicily.it

La dieta MIND è stata pensata e creata da Martha Clare Morris, una epidemiologa del Rush University Medical Center di Chicago, dopo aver condotto uno studio di quasi 5 anni su un ampio gruppo di pazienti. I risultati di questo studio sono stati pubblicati nel marzo 2015 sulla rivista Alzheimer’s & Dementia: The Journal of the Alzheimer’s Association.

Come è stato spiegato, la dieta fornisce all’organismo il massimo dei nutrienti protettivi ed evita quelli che potrebbero essere dannosi. È importante far notare che questo regime alimentare aiuta a potenziare le funzioni cerebrali e a migliorare la concentrazione e il tono cerebrale. Uno studio l’ha messa nelle top 5 diete dell’anno.

Dieta MIND nella top 5 del 2024: come funziona e cosa mangiare

Nel Best Diets 2024, una classifica delle migliori diete dell’anno, la quale è stata stilata da esperti in materia, tra cui medici, dietologi ed epidemiologi, è rientrata anche la Dieta MIND che si è piazzata nelle prime cinque posizioni. Queste si è classificata in terza posizione, dietro la dieta Mediterranea e quella DASH.

Dieta MIND: cosa mangiare
La dieta MIND per aiutare il cervello – newscily.it

In questa dieta, in pratica, la priorità non è il dimagrimento, ma il miglioramento della salute del cervello. Questo regime alimentare, infatti, punta sugli alimenti che portano a una riduzione potenziale del rischio di declino mentale. Tra i cibi suggeriti da consumare vi sono le verdure a foglia verde, ma anche le noci e i frutti di bosco.

In particolare, sono stati indicati i mirtilli come frutto da consumare abitualmente, così come i fagioli, il pollame, il pesce e olio extra vergine di oliva per condire. È importante, inoltre, consumare pochissima margarina, burro, oli vegetali, formaggi interi, carni rosse, pasticcini e zuccheri.

In definitiva, si tratta di una dieta basata sul buon senso e che si adatta alla vita quotidiana delle persone. Tuttavia, è bene specificare che non ci sono consigli nutrizionali dettagliati, ma che si descrivere solamente la dieta ed è bene sempre rivolgersi a un esperto del settore prima di decidere di seguire un regime alimentare simile.

Impostazioni privacy