Lampade abbrozanti perché sono da sconsigliare: tutti gli effetti collaterali per la salute

Le lampade abbronzanti sono da sconsigliare, possono infatti avere degli effetti collaterali, piuttosto consistenti, sulla pelle. 

Vogliamo valutare anche tutte le alternative, in grado di regalarci una pelle ambrata come adoriamo da sempre.

Abbronzarsi artificialmente
Lampade abbronzanti da sconsigliare (NewSicily.it)

Andiamo a leggere tutto più da vicino.

L’importanza della salute della pelle post-vacanze

Dopo le vacanze, molti cercano di mantenere l’abbronzatura conquistata durante l’estate. Questo desiderio nasce dalla soddisfazione di mostrare un colorito dorato, simbolo di giorni trascorsi all’aria aperta sotto il sole. Tuttavia, è essenziale ricordare che l’abbronzatura è in realtà una risposta difensiva della pelle all’esposizione solare, che può essere dannosa. Pertanto, qualsiasi tentativo di prolungare l’abbronzatura dovrebbe essere affrontato con cautela e nel rispetto della salute cutanea.

Per conservare l’abbronzatura più a lungo possibile senza danneggiare la pelle, ci sono alcuni accorgimenti da seguire. La detersione gioca un ruolo cruciale: è consigliabile utilizzare detergenti oleosi che non aggrediscono la pelle e prestare attenzione alla temperatura dell’acqua durante la doccia, preferendo quella tiepida per evitare shock termici. Un altro aspetto fondamentale è l’idratazione: mantenere la pelle ben idratata può ritardarne la desquamazione e quindi preservare più a lungo il colorito abbronzato.

Vacanze e abbronzature
Salute post vacanze (NewSicily.it)

Continuando a fare passeggiate al sole nei mesi autunnali si può contribuire a mantenere vivo il colorito dorato ottenuto durante l’estate. È importante tuttavia evitare prodotti come deodoranti su base alcolica che possono disidratare ulteriormente la pella. Inoltre, sebbene lo scrub possa sembrare una buona idea per rinnovarsi dopo le vacanze estive, è meglio optare per uno scrub gentile o un gommage che non rimuova troppo strato corneo ma aiuti semplicemente a eliminare le cellule morte superficiali.

Le docce fredde possono avere benefici tonificanti sull’apparato cardiocircolatorio e dare una sensazione generale di benessere grazie alla stimolazione nervosa. Tuttavia, quando si parla di conservazione dell’abbronzatura o più in generale di cura della pella post-esposizione soliva estiva, una doccia troppo fredda potrebbe non essere consigliabile come pratica regolare ma piuttosto come un rapido passaggio finale dopo una doccia tiepida.

Nonostante il desiderio di mantenere o intensificare l’abbronzatura ottenuta durante i mesi estivi possa indurre alcuni a utilizzare lampade abbronzanti artificiali, questa pratica è fortemente sconsigliata dai dermatologi. L’esposizione alle lampade abbronzanti aumenta sensibilmente il rischio di sviluppare tumori cutanei, incluso il melanoma. Pertanto, indipendentemente dal desiderio di prolungamento dell’abbronzatura post-vacanza o preparazione pre-esposizione solare estiva queste apparecchiature sono da considerarsi nocive per la salute della nostra pelle.

Utilizzo corretto dei prodotti post-esposizione solare

Infine riguardo all’utilizzo dei prodotti doposole rimasti dall’estate precedente: questi possono continuamente essere usati come idratanti se ancora validi secondo i termini indicati sulla confezione (data di scadenza del prodotto integro e PAO – Period After Opening). È essenziale controllarne sempre la validità prima dell’applicazione per assicurarsi che mantengano ancora tutte le loro proprietà benefiche senza rischi aggiuntivi per la salute cutanea.

In sintesi, mentre cerchiamo modi per conservarla nostra abbranzantura ottenuta faticosamente durante i mesi estivi dobbiamo sempre mettere al primo posto la salute della nostra pele seguendo pratiche sicure ed evitando quelle dannose come le esposizioni alle lampade abbronzanti artificiali.

Impostazioni privacy