Attenzione all’aperitivo in spiaggia, rischi la patente: non serve più l’alcol test per la condanna

Con le nuove Leggi l’aperitivo in spiaggia può tramutarsi in un incubo. Non serve più l’alcol test per confermare lo stato di ubriachezza.

Automobilisti/vacanzieri attenzione: oggi la lotta alla guida in stato di ebbrezza si fa più stringente e si rischiano conseguenze molto gravi.

rischio patente senza alcol test
Attenzione all’aperitivo, si rischia la patente e anche l’arresto – Newsicily.it

Sicuramente la Legge e il Codice Stradale contengono normative che hanno lo scopo di proteggere persone e cose, e non è contestabile il fatto che non si debba guidare da ubriachi. Ma il problema sta proprio nella definizione di cosa significhi davvero non essere idonei alla guida.

Occhio all’aperitivo in spiaggia o al bar, adesso ti possono contestare subito lo stato di ebbrezza

Come detto, non bisognerebbe mai guidare dopo aver bevuto bevande alcoliche, e questo sia perché lo dice la Legge sia per senso di responsabilità. Non dobbiamo dimenticare, poi, che l’alcol può causare effetti diversi a seconda della persona e anche in base alla risposta soggettiva di quel momento. Perdere il controllo dell’auto per un giramento di testa è un attimo e ciò può portare a conseguenze fatali, per sé e per gli altri.

Molte persone però potrebbero pensare che bere “solamente” un drink non porti a ubriachezza, e che in caso di controllo da parte delle Forze dell’Ordine non si vada incontro a multe, sanzioni o sequestro del veicolo. In realtà, secondo le normative vigenti, l’Agente può contestare il conducente per guida in stato di ebbrezza anche senza effettuare l’alcol test. La condanna, che come sappiamo porta anche alla reclusione (da 3 mesi a 1 anno), multe da 1500 a 6000 euro, sospensione della patente anche fino a 2 anni, può arrivare se si verificano le seguenti condizioni.

rischio patente senza alcol test
Oggi non serve più l’alcol test per contestare la guida in stato di ebbrezza – Newsicily.it

L’agente ha la facoltà di contestare il conducente, anche senza alcol-test, quando:

  • Avverte nel soggetto odore inteso di alcol, anche solo dall’alito;
  • Quando il soggetto ha gli occhi arrossati e lucidi;
  • Quando la persona non riesce a scandire bene le parole e presenta sintomi eclatanti di ubriachezza, come sbalzi di umore, incapacità di controllare il veicolo, incapacità di reggersi in piedi o di rispondere correttamente e con lucidità alle domande dell’agente.

Si tratta dunque di situazioni in cui le Forze dell’Ordine possono contestare immediatamente la violazione, anche senza effettuare il classico alcol-test.

Non dimentichiamoci, poi, che lo stesso principio vale anche per quanto riguarda l’utilizzo di sostanze stupefacenti, e che anche in questo caso non sono mancate le polemiche. Infatti alcune persone che per patologie devono assumere determinati farmaci potrebbero essere accusate ingiustamente.

Impostazioni privacy