Divorzio e separazione 2024: come non dare nulla all’ex in modo perfettamente legale

Come non dare niente all’ex moglie quando ci si separa? C’è un modo legalissimo che non tutti gli ex mariti conoscono. 

In Italia sempre più uomini si lamentano di un trattamento dispari dopo il divorzio o la separazione. Ad esempio che spesso devono passare l’assegno di mantenimento alla loro ex moglie oppure che la casa in caso di figli viene assegnata spesso a lei. Così lamentano una scarsa parità di genere nel diritto di famiglia, dove la donna, secondo la loro opinione e quella degli uomini attivisti dei diritti MRA, sembrerebbe favorita economicamente.

Separazione, come non dare niente all'ex
Come non dare nulla all’ex in caso di separazione. Il trucco che nessuno conosce Newsicily.it

La separazione rappresenta l’annullamento degli effetti civili del matrimonio, mentre il divorzio è la fine del vincolo matrimoniale, dove vengono a cessare tutti i diritti e doveri dei coniugi, anche quelli ereditari per gli ex. Molti si chiedono come si può legalmente non dare nulla alla propria ex coniuge, come invece la legge impone di fare. In questo articolo parleremo proprio di questo.

Divorzio o separazione, come non dare nulla all’ex in modo legale

Stando ai dati ISTAT i divorzi e le separazioni in Italia sono in aumento. Nel 2021 hanno subito un incremento del 22,5% rispetto all’anno precedente, con 97.913 casi, mentre i divorzi sono 83.192.  Nonostante la legge sul divorzio abbia più di 40 anni, gli italiani usano meno l’istituto e spesso restano separati per anni, prima di contrarre nuove nozze. Nonostante ciò anche il numero dei divorzi sta salendo. Molti però temono di perdere tutto, ma per far sì che non accada ci sono delle soluzioni.

Vendere casa coniugale dopo la separazione
Dopo la separazione si può vendere la casa coniugale Newsicily.it

La legge in vigore nel 2024 prevede che in caso di separazione e divorzio la casa coniugale, se intestata al un coniuge o entrambi, sia assegnata sempre al genitore collocatario, che è quello che vive con i figli minorenni o non indipendenti. Spesso è la madre ad essere il genitore collocatario, perché l’obiettivo è il benessere dei figli, in quanto è spesso la madre a occuparsi pienamente dei ruoli di cura.

Una delle soluzioni è la vendita degli immobili di proprietà o la divisione del ricavato in parti uguali tra ex coniugi. Oppure c’è la soluzione della divisione diretta dei beni di proprietà sempre in parti uguali. Se la coppia non ha figli, invece, e la casa è cointestata marito e moglie possono agire in modo differente e dividere equamente il ricavato vendendo la loro casa, oppure con la liquidazione.

Impostazioni privacy