Dove si trova e come scaricare la ricevuta del 730 precompilato inviato, è semplice

In merito alla dichiarazione dei redditi in tanti si domandano come scaricare la ricevuta della precompilata dopo l’invio: ecco una guida utile.

Maggio e giugno possono essere considerati senza troppi giri di parole i mesi ‘caldi‘ per quanto riguarda il calcolo di redditi ed imposte da pagare. Dall’inizio del mese di maggio è stata infatti resa disponibile la precompilata del 730 per poterla iniziare a visionare mentre dal 20 del medesimo mese i contribuenti hanno la possibilità di effettuare eventuali modifiche prima di inviarla oppure di effettuare l’invio senza modifica alcuna.

come scaricare ricevuta 730
La procedura per scaricare la ricevuta dell’invio della dichiarazione dei redditi (newsicily.it)

Questo sarà possibile anche durante giugno ed i mesi successivi tenendo ovviamente conto del fatto che, in caso di detrazioni da ricevere, i tempi per incassarle insieme a stipendio, pensione o sul conto corrente, slitteranno. Una delle domande che in questo periodo in tantissimi si pongono, a tal proposito, è come sia possibile una volta effettuato l’invio scaricare la ricevuta del 730 precompilato.

Invio 730 precompilato: come scaricare la ricevuta

Con la campagna dichiarativa nel vivo i contribuenti hanno la possibilità di godere di una nuova procedura semplificata per la visualizzazione e per apportare eventuali modifiche alla dichiarazione dei redditi precompilata. Se da questo punto di vista le informazioni sono molteplici, in tanti una volta inviato il documento che certifica i propri redditi, le tasse da pagare ed eventuali deduzioni e detrazioni, scoprono di non sapere come individuare, scaricare e salvare la relativa ricevuta. Importantissima da conservare in caso di controlli ed accertamenti fiscali successivi.

come scaricare ricevuta 730
A cosa serve la ricevuta dell’invio della precompilata del 730 (newsicily.it)

Le ricevute possono essere controllate e stampate una volta inviata la dichiarazione ma anche dopo aver effettuato i relativi pagamenti e si tratta di documenti, per l’appunto, di primaria importanza in quanto certificano il completamento delle operazioni. Ebbene, è la stessa Agenzia delle Entrate a fornire tutte le informazioni. Le ricevute scaricabili sono, nello specifico, sia quella dell’invio della dichiarazione che quelle relative ai versamenti effettuati mediante F24. Ma non solo perché attraverso il sito dell’Agenzia delle Entrate è anche possibile visualizzare lo stato delle ricevute. Qualora sia indicato ‘In elaborazione‘ la ricevuta si troverà ancora in questa fase, ovvero non sarà possibile visualizzarla.

Quando invece troverete scritto “Ricevuto“, il documento sarà stato appena inviato ma si troverà ancora in attesa di elaborazione. Invece con “Elaborato si fa riferimento al fatto che la ricevuta sia stata effettivamente elaborata e che quindi potrà essere visualizzata. Inoltre qualora non sia mai stata consultata si noterà nella relativa colonna il simbolo di una cartellina ancora chiusa, che invece risulterà aperta qualora il documento sia già stato visto almeno una volta. Infine con “Scartato” si fa riferimento a documenti inviati ma scartati.

Impostazioni privacy