Bonus Donne in difficoltà economica: vantaggi ed aiuti anche se non hai figli

Le donne con e senza figli in difficoltà economica hanno accesso ad un’importante agevolazione introdotta con il Decreto coesione: ecco di che cosa si tratta.

I vari governi che si susseguono lavorano, indipendentemente dal colore politico, per offrire forme di sostegno attive a coloro che si trovano in condizioni di svantaggio. E nel caso dell’esecutivo in carica, è stato formulato il cosiddetto Decreto Coesione che contiene una serie di disposizioni in materia di politiche di coesione.

nuovo bonus donne 2024
Che cos’è il bonus donne per lavoratrici svantaggiate assunte (newsiciliy.it)

Si punta cioè ad agevolare sia l’inserimento che il reinserimento professionale di diverse e specifiche categorie di lavoratori. In tale contesto, oltre ai bonus giovani e bonus ZES, è stato introdotto anche il Bonus Donne. Una importante misura rivolta alle lavoratrici svantaggiate che vengono assunte. Scopriamo di che cosa si tratta.

Bonus donne per lavoratrici svantaggiate: i dettagli

La misura in questione va a beneficiare i datori di lavoro ed è volta ad incentivarli ad assumere donne lavoratrice svantaggiate. Consente infatti di ottenere uno sgravio contributivo ovvero un importante abbattimento degli oneri contributivi previdenziali ed assistenziali. A patto di effettuare l’assunzione nel periodo compreso tra il 1° settembre 2024 ed il 31 dicembre 2025. Ne deriverà un esonero totale dal versamento dei contributi previdenziali; con la sola esclusione dei contributi dovuti all’Inail e dei premi.

Chiaramente questo sgravio del 100% prevede una serie di limiti: la soglia è infatti fissata in 650 euro mensili, il tutto nei limiti di spesa pubblica autorizzati ma anche nel rispetto dei vincoli territoriali, delle procedure e dei criteri di ammissibilità; il tutto come previsto dal Programma nazionale giovani, donne e lavoro 2021 – 2027. Importante è però rispettare i requisiti per quanto concerne la tipologia di assunzione: la misura riguarda infatti assunzioni a tempo indeterminato di donne di qualsiasi età.

nuovo bonus donne 2024
Sgravio contributivo totale per il datore di lavoro che assume donne in condizioni svantaggiate (Newsicily.it)

Dovranno risultare prive di impiego da non meno di sei mesi e risiedere nelle regioni della cosiddetta Zona economica speciale unica per il mezzogiorno. Altresì sono incluse nella possibilità di ottenere lo sgravio anche le assunzioni a tempo determinato, a patto che risultino prive, da almeno 24 mesi, di un impiego regolarmente retribuito. In questo caso potranno risiedere in qualsiasi regione italiana.

Restano invece esclusi dalla possibilità di accedere al Bonus Donne i rapporti di apprendistato nonché i rapporti di lavoro domestico. Inoltre è importante aggiungere che il Bonus Donne è incompatibile con riduzioni delle aliquote di finanziamento e con altri esoneri mentre è compatibile, si legge, “con la maggiorazione del costo ammesso in deduzione in presenza di nuove assunzioni“.

Impostazioni privacy