Bagheria: inaugurata, il 7 gennaio, una panchina viola per la sensibilizzazione alla cura della fibromialgia

La panchina come simbolo dell’iniziativa “Il nostro dolore merita riposo”, di AISF in collaborazione con il Comune di Bagheria

È stata inaugurata a Bagheria, oggi, 7 gennaio, una panchina di colore viola per la sensibilizzazione alla cura della  fibromialgia.

La panchina, posta davanti la Scuola Elementare Cirincione, è stata colorata direttamente dai volontari dell’associazione AISF OdV (Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica) per attribuire ancor più visibilità all’iniziativa ritenuta importante per “far uscire sempre di più dall’invisibilità” le persone affette dalla fibromialgia.

La colorazione della panchina si inserisce nell’ambito dell’iniziativa, ideata ed organizzata dall’associazione AISF ODV, denominata: “Il Nostro Dolore merita Riposo”, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale Bagherese, che ancora una volta, rinnova il proprio impegno a sostegno di AISF, affinché si possa trovare una cura alla fibromialgia.

Alla panchina è stata apposta una targa, donata dal Comune di Bagheria, che ha provveduto a fornire anche la vernice necessaria alla sua colorazione.

All’inaugurazione erano presenti l’assessore alla cultura, che ha portato i saluti del sindaco e di tutta l’amministrazione comunale di Bagheria, Giusy Fabio referente della sezione di Bagheria dell’AISF, e vicepresidente nazionale per l’Area Sud-Italia, i rappresentanti del Rotary Club, e dell’associazione per l’endometriosi: “La voce di una è la voce di tutte”, oltre a pazienti fibromialgici, accompagnati da parenti ed amici.

La Sindrome Fibromialgica

La Sindrome Fibromialgica, malattia cronica reumatologica riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) dal 1992 con la cosiddetta Dichiarazione di Copenhagen, colpisce in Italia circa 2-3 milioni di persone, corrispondenti al 3-4% dell’intera popolazione.

Si tratta di una forma di dolore muscolo scheletrico diffuso, e di affaticamento che presenta altri sintomi come disturbi del sonno, rigidità, difficoltà di concentrazione, disturbi gastrointestinali, genitourinari, e disturbi dell’umore.

La fibormialgia ha un peso sociale importante, è una sindrome cronica che comporta molto spesso una disabilità, che non è conosciuta oppure ignorata, tanto da essere etichettata “la malattia invisibile”: non è ancora stata riconosciuta, attualmente, come patologia dal Sistema Sanitario Nazionale.

AISF Odv lotta da anni per far conoscere la fibromialgia, e soprattutto per farla riconoscere come patologia ufficiale; in particolare sul territorio Bagherese è presente con una sezione locale dal 2016, e dal primo momento, sostiene Giusy Fabio referente della sezione e Vicepresidente Nazionale: “Il Comune di Bagheria ha supportato ogni iniziativa proposta, stando accanto e condividendo ogni azione di aiuto, e sostegno per i pazienti, e ogni azione di sensibilizzazione per la conoscenza e il riconoscimento”.

Dei segnali di speranza per milioni di pazienti fibromialgici sono giunti di recente: è stato istituito, infatti, presso il Ministero della Salute, un fondo da 5 milioni di Euro, per il 2022, finalizzato allo studio, alla diagnosi ed alla cura della fibromialgia.

Il fondo per la cura della sindrome fibromialgica è stato approvato, in seguito ad un emendamento presentato al Senato, alla Manovra Finanziaria, nelle misure previste per la sanità, ed alla successiva presentazione alla Camera dei Deputati, che, nella giornata del 30 dicembre 2021, ha ratificato la Legge di Bilancio.

Si tratta, indubbiamente, di un risultato storico per AISF che infonde fiducia alle persone affette da fibromialgia, un incoraggiamento di grande valore per chi finora ha riscontrato difficoltà a ricevere una diagnosi, e di conseguenza una cura.

Il prossimo obiettivo sarà quello di fare inserire la fibromialgia nei LEA come malattia cronica e invalidante, per cui poter avere un codice di esenzione per la rimborsabilità” – Ha dichiarato Giusy Fabio, commentando tale traguardo decisivo per l’attività di AISF.

Con l’arrivo del nuovo anno, si prospetta quindi l’apertura verso una nuova fase di speranza per i pazienti fibromialgici, adesso meno “invisibili”, grazie all’impegno di persone come Giusy Fabio, che ci hanno creduto, e continuano ancora a crederci.

Nicola Scardina

VIDEO

https://www.facebook.com/fibromialgia.bagheria/videos/469274888159611

 

FOTO

Panchina viola a Bagheria per la sensibilizzazione alla cura della fibromialgia

Iniziativa: "Il nostro dolore merita riposo", organizzata da AISF a Bagheria

Bagheria - Associazione per l’endometriosi: “La voce di una è la voce di tutte”

Bagheria: inaugurazione della panchina viola per sensibilizzare l'opinione pubblica alla cura della fibromialgia - 7 gennaio 2022

Articoli correlati

Una panchina per la sindrome fibromialgica

Di Nicola Scardina

Appassionato di informatica, svolge attualmente attività come webmaster freelance. Dal 2017 è collaboratore giornalistico del Settimanale di Bagheria, per il quale scrive articoli ed interviste che spaziano su diversi ambiti: da eventi culturali come presentazioni di libri, e film di registi ed attori emergenti, a temi più impegnati come la tutela ambientale. Nel maggio del 2021, fonda assieme a Gabriele Vernengo, NewSicily, portale di informazione per le startup siciliane. Dal dicembre 2021, gestisce Sicily Hub, portale di informazione dedicato alla Sicilia, fondato da Emanuele Fragasso. Dal luglio 2022, gestisce il sito The Italian News, una delle primissime redazioni under25 in Italia. Dall'agosto 2022 collabora con Palermo Post, scrivendo articoli di cronaca.

Lascia un commento