Modello 730

Il 30 settembre 2021 è il termine ultimo per inviare la dichiarazione dei redditi ( modello 730/2021) per i dipendenti e i pensionati.

La dichiarazione di quest’anno accoglie tutte le novità introdotte dalla normativa emergenziale Covid: dalle detrazioni d’imposta per le erogazioni liberali ai vari bonus fiscali (per le vacanze, le bici e i servizi di mobilità elettrica) fino, naturalmente, al superbonus 110% introdotto dal decreto Rilancio, che diventa il “protagonista” del quadro E del dichiarativo

Il modello 730 è utilizzato da coloro che hanno percepito nel 2020 le seguenti tipologie reddituali:

– redditi di lavoro dipendente e redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente;

– redditi dei terreni e dei fabbricati;

– redditi di capitale;

– redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita Iva (ad esempio, le prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente);

– redditi diversi (ad esempio, redditi di terreni e fabbricati situati all’estero);

– alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata, indicati nella sezione II del quadro D;

– indennità di trasferta e rimborsi forfettari di spesa, premi e compensi, erogati nell’esercizio di attività sportive dilettantistiche.

Per accedere al modello 730 nella versione precompilata, disponibile nella sezione dedicata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate, occorre utilizzare:

– un’identità SPID (Sistema pubblico d’identità digitale);

– la CIE (Carta di identità elettronica);

– le credenziali dispositive rilasciate dall’INPS;

– una CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

Per chi si trova a dover ancora presentare la dichiarazione, se non si adempie entro il 30 settembre, l’alternativa è il modello Redditi PF. Infatti questa tipologia di modello di dichiarazione reddituale che come detto, è usato principalmente dai titolari di partita IVA, scade a novembre 2021.

Qui di seguito sono indicate le date da ricordare:

  • 30 settembre: ultimo giorno utile per la presentazione del 730 precompilato all’Agenzia delle Entrate direttamente tramite l’applicazione web.
  • 10 ottobre: ultimo giorno utile per comunicare al sostituto d’imposta di non voler effettuare il secondo o unico acconto dell’IRPEF o di volerlo effettuare in misura inferiore.
  • 25 ottobre: ultimo giorno per presentare, al Caf o professionista abilitato, il 730 integrativo.
  • 10 novembre: ultimo giorno utile per la presentazione del 730 correttivo
  • 30 novembre: Ultimo giorno utile per la presentazione del modello Redditi precompilato e per inviare il modello Redditi correttivo del 730;
    Ultimo giorno utile per la presentazione di Redditi aggiuntivo del 730 (frontespizio e i quadri RM, RT e RW);
    Ultimo giorno utile per il versamento del secondo o unico acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi.
  • 28 febbraio: ultimo giorno utile per la presentazione del modello Redditi precompilato tardivo (entro 90 gg. dalla scadenza) e per scaricare il modello Redditi PF On line 2021.

 

Articoli correlati

Dal 30 settembre è obbligatorio accedere ai servizi digitali delle P.A. tramite SPID

LEGGI ANCHE: Corleone, dopo 70 anni ripristinato un antico sentiero naturalistico

Andrea Napoli, impiegato nel settore bancario ed economista