Il professore siciliano Leonardo Durante, uno dei 50 Docenti Migliori del Mondo nel 2021

Leonardo Durante è l’unico italiano presente nella classifica stilata dal Global Teacher Prize

È siciliano uno dei 50 docenti migliori del mondo: si tratta del professore palermitano Leonardo Durante, docente di Sistemi Automatici presso l’Istituto Tecnico Industriale “Enrico Fermi” di Roma.

Leonardo Durante ha concorso all’edizione 2021 del Global Teacher Prize, competizione statunitense di livello mondiale, promossa ed ideata dalla Varkey Foundation, che ogni anno (a partire dal 2014) premia con un 1 milione di dollari un insegnante che si è riuscito a distinguersi, fornendo un contributo di carattere eccezionale a questa professione.

Il premio è stato vinto da Keishia Thorpe, professoressa di inglese, statunitense di origini giamaicane, che insegna presso l’International High School Langley Park, a Bladensburg, nel Maryland.

Leonardo Durante: il professore siciliano fra i 50 docenti migliori del mondo, nella classifica stilata dal Global Teacher Prize.

Per Leonardo Durante, e per la Sicilia si tratta sicuramente di un motivo d’orgoglio, ma allo stesso tempo è anche uno “schiaffo” a questa terra, l’ennesima occasione mancata di quella rivincita tanto sognata da molte persone che come lui sono stati costrette ad emigrare nella speranza di potere trovare un lavoro stabile.

Il professore palermitano è infatti uno dei tanti insegnanti provenienti dal sud, che si sono trasferiti dal proprio luogo d’origine, dopo avere insegnato per molto tempo come precario.

Leonardo Durante, in un’intervista rilasciata per Palermo Today, a seguito del riconoscimento della Tessera Preziosa Mosaico Palermo, ricevuto dal sindaco del capoluogo siciliano Leoluca Orlando lo scorso mese di dicembre, ha dichiarato: “Ringrazio il sindaco per questo preziosissimo riconoscimento che è frutto di una lunga carriera fatta di sacrifici e di precarietà. Ricevere la Tessera preziosa è emozionante, un grande onore che mai avrei potuto immaginare. Sono nato e cresciuto a Brancaccio, e sono fiero di portare la cultura palermitana, e italiana nel mondo”.

Leonardo Durante riceve la Tessera Preziosa Mosaico Palermo, dal sindaco Leoluca Orlando

In caso di vincita, il professore, aveva espresso il desiderio, di voler destinare una parte a l’Istituto Professionale Salvo D’Acquisto di Bagheria dove, in passato, si era trovato benissimo, grazie anche alla guida di una dirigente illuminata come Lucia Bonaffino; una cifra l’avrebbe destinata alla sua attuale sede di lavoro: l’istituto Enrico Fermi di Roma, e in ultimo avrebbe creato dieci borse di studio per ragazzi che non possono permettersi di pagare le spese universitarie.

I metodi di insegnamento di Leonardo Durante riescono a stimolare l’ingegno, e la creatività dei suoi studenti. Queste nuove tecniche d’insegnamento: learning by doing e problems solving hanno permesso, a molti studenti, di appassionarsi a discipline come: matematica, elettronica, informatica ed automazione.

Dal 2015, Leonardo Durante ha vinto diversi premi per i progetti portati avanti, assieme ai suoi studenti, che riguardano diversi ambiti tecnologici, in cui si richiede di vincere delle vere e proprie sfide.

Delle sfide tecnologiche affrontate da Leonardo Durante, e dai suoi allievi, con lo giusto spirito: orientarsi verso l’innovazione con la precisa volontà di creare invenzioni in grado di risolvere problemi in modo pratico.

È proprio questa, in sintesi la chiave del successo ottenuto da Leonardo Durante nella sua professione di insegnante.

Le invenzioni di Leonardo Durante, realizzate assieme ai propri allievi sono abbastanza variegate, fra queste vi sono: un casco da moto dotato di frecce direzionali integrate, un carrello della spesa che aiuta le persone anziane, e le persone con disabilità, una serratura domotica con un alto grado di sicurezza informatica, e il Trashbot: un robot che riconosce i tipi di rifiuti, per riciclarli in modo corretto.

Leonardo Durante concepisce l’insegnamento come una vera, e propria missione da compiere, una scelta di vita da sempre sognata, portata avanti con molta umiltà e senso del dovere.

Ogni ragazzo è diverso e ha bisogno di sentirsi unico” – ha dichiarato il Prof. Durante – “Prediligo la formazione di gruppi per incentivare i ragazzi ad esprimersi”. Il professore sottolinea infatti quanto sia difficile, nell’età adolescenziale, esprimersi a parole. La paura del giudizio, a quell’età, incombe su ogni ragazzo.

L’attività di docente di Leonardo Durante è orientata in pratica a stimolare i suoi studenti per motivarli ad esprimere le proprie capacità; li invita quindi a seguire progetti Erasmus plus all’estero, a partecipare a concorsi, ad hackathon, e a sfide interscolastiche per cercare di aiutarli ad apprezzare, ed essere coinvolti nel mondo del lavoro, che li aspetta fuori dalle accoglienti mura scolastiche.

Per il metodo progettuale che segue, Leonardo Durante tiene a sottolineare di essersi appoggiato all’associazione no profit JaItalia.

Grazie all’impegno di Durante, il 40% dei suoi studenti si iscrive all’università, prediligendo la facoltà di ingegneria, o altre facoltà scientifiche, mentre ben il 60% riesce a trovare lavoro specializzandosi come tecnici in elettronica, automazione, informatica, o telecomunicazioni.

L’intraprendente professore siciliano, che insegna corsi aggiuntivi di automazione domestica, inoltre, organizza seminari di meccanica quantistica, e fotonica a scuola, ed ha partecipato, ad una serie di conferenze sulla robotica.

L’attività di Leonardo Durante è rivolta anche al settore sociale: il Prof. Palermitano, infatti, aiuta alcuni dei suoi studenti con le loro attività di volontariato attraverso un’App sviluppata appositamente, ed inoltre, ha collaborato con la Polizia di Stato a delle iniziative per combattere la piaga del cyberbullismo.

Non rimane quindi che congratularsi con il Prof. Leonardo Durante per la sua attività di Insegnante, svolta con onore, ed augurargli di continuare con successo la sua professione, specialmente in un periodo come quello attuale dominato, purtroppo, dalla pandemia da Covid-19, in cui ora più che mai, occorre un rilancio non basato soltanto sul progresso scientifico, ma anche, e soprattutto, sul progresso umano: una sfida che l’eccellente professore siciliano ha vinto, al di sopra di ogni vittoria decisa da una competizione.

Nicola Scardina

Articoli consigliati

Le 13 imprese siciliane premiate da Confindustria nel 2021

Di Nicola Scardina

Appassionato di informatica, svolge attualmente attività come webmaster freelance. Dal 2017 è collaboratore giornalistico del Settimanale di Bagheria, per il quale scrive articoli ed interviste che spaziano su diversi ambiti: da eventi culturali come presentazioni di libri, e film di registi ed attori emergenti, a temi più impegnati come la tutela ambientale. Dal 2020 al 2021 è addetto stampa di WeStart, incubatore di startup, e dal mese di maggio del 2021, gestisce assieme a Gabriele Vernengo, NewSicily, portale di informazione per le startup siciliane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.