Papa Francesco

«Laudato si’» è la seconda enciclica di Papa Francesco scritta nel suo terzo anno di pontificato. Benché porti la data del 24 maggio 2015, solennità di Pentecoste, il testo è stato reso pubblico solo il 18 giugno successivo.

La scelta del nome

Il nome deriva dal Cantico delle creature di Francesco d’Assisi, che loda il Signore per le sue meravigliose creature.

Il contenuto

L’argomento principale trattato è l’interconnessione tra crisi ambientale della Terra e crisi sociale dell’umanità, ossia l’ecologia integrale. Papa Francesco ha precisato infatti che «non si tratta di un’enciclica verde ma di un’enciclica sociale».

Un modello da seguire

Questo  nuovo modo di intendere l’economia secondo lo spirito di San Francesco d’Assisi e dell’enciclica Laudato si’, ha creato un movimento di giovani economisti per tradurre nel tessuto quotidiano l’enciclica  Sono questi gli obiettivi di “Economy of Francesco”, l’incontro con i giovani economisti voluto dal Santo Padre nel 2020 . Al centro di questo evento internazionale temi cruciali come il lavoro, la finanza, l’educazione, l’intelligenza artificiale.

Ovunque nel mondo, fin nell’interno della foresta amazzonica, sono sorti in questi anni decine di iniziative e di circoli, ispirate alla Laudato si’, con l’obiettivo della salvaguardia del Creato e l’educazione delle nuove generazioni al rispetto della Terra.

Queste esperienze, ecclesiali e non – dalle start up di grande rilievo, ai microprogetti in vari angoli del pianeta hanno generato un «mosaico della creatività umana messa a servizio dell’ecologia integrale», secondo il messaggio di Papa Francesco, per il quale «l’uomo e la terra possono salvarsi unicamente insieme».

L’ enciclica è stata accolta e resa vita concreta. Le storie raccolte ci portano in piccole parrocchie, in realtà locali magari lontane da noi, che cercano di vivere nel quotidiano quel concetto di ecologia integrale tanto caro a Papa Francesco.

 

LEGGI ANCHE: Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, il delegato vicario di Sicilia Antonio di Janni ricorda Monsignor Cataldo Naro: «Altissima espressione della Chiesa»

 

Andrea Napoli, economista ed impiegato nel settore bancario

 

Di Andrea Napoli

Economista del territorio e impiegato nel settore creditizio.