Quarto posto nel team ranking, quinto e terzo rispettivamente nelle categorie ‘Dance’ e Step’ ai campionati del mondo di ginnastica aerobica che si sono svolti dal 27 al 29 maggio a Baku, in Azerbaigian. Sono questi gli ultimi traguardi raggiunti da Silvia Santuccio, ginnasta palermitana e villabatese d’adozione, classe 1999.

“È stata un’esperienza fantastica – commenta Silvia – questo mondiale era stato posticipato di un anno a causa della pandemia da Covid-19 e quindi è stata un’attesa molto lunga ma ben ripagata. Personalmente mi sono impegnata moltissimo in questi mesi e la preparazione è stata molto lunga e anche se era la seconda volta che salivo su una pedana mondiale, l’emozione è stata come la prima volta. Con la categoria Dance mi sono qualificata per i prossimi world games che si terranno nel 2022 a Birmingham, negli Stati Uniti, ma prima di questa trasferta ci saranno gli europei di Pesaro a settembre 2021. La preparazione inizierà tra due settimane”.

Chi è Silvia?

Silvia ha iniziato a praticare ginnastica aerobica all’età di 6 anni e poi a causa di un infortunio sono passata alla ginnastica aerobica nel 2011. In Italia il suo traguardo più importante è stato il quinto posto nella categoria individuale femminile al campionato Nazionale del 2020.

Il ‘ruolo’ della pandemia

“La pandemia – sottolinea Silvia – ha avuto un grosso impatto nella mia vita, come nella vita di tutti. Durante i mesi di lockdown ho cercato di tenermi in forma e mi sono allenata in casa. Poi, a maggio, essendo membro della nazionale italiana, mi è stato permesso di tornare in palestra con tutte le varie disposizioni che tutt’ora sono in vigore. E’ stato strano allenarmi da sola in palestra ma sono comunque riuscita a trovare la voglia di allenarmi e di migliorarmi”.

Obiettivi futuri

“Un altro obiettivo – conclude Silvia – sarebbe quello di entrare a far parte di altre categorie ma purtroppo non avendo una pedana di aerobica in tutta la Sicilia, questo non mi permette di esprimermi al meglio e di dimostrare di cosa sono capace”.

LEGGI ANCHE: Emergenza sanitaria, encomio a giovane sanitario militare palermitano


Gabriele Giovanni Vernengo