Le Cascate delle Due Rocche a Corleone

Dopo la sua costituzione, avvenuta lo scorso 5 luglio, il Forum del Contratto di Fiume Alto Belice Sinistro torna a riunirsi per l’approvazione del regolamento di funzionamento. Nella stessa occasione sono stati anche eletti il gruppo di coordinamento e il suo presidente.

Il Forum si configura come organismo tecnico di promozione e attivazione di processi partecipativi, fondato sul principio di sussidiarietà sancito dalla Costituzione Italiana (art. 118), quale emanazione naturale della normativa nazionale relativa ai Contratti di fiume (D.L. n. 152/2006 e s.m.i. art.68-bis).

Gli scopi

L’obiettivo del Forum è quello di valorizzare le associazioni che operano sul territorio e rafforzarne la funzione sociale come espressione di partecipazione e solidarietà.

Tra gli scopi del Forum figurano anche la valorizzazione dei processi di conoscenza, scambio e collaborazione tra le diverse realtà delle comunità locali, ispirandosi ai principi della green economy e della salvaguardia del patrimonio territoriale e corpo idrico del bacino dell’Alto Belice Sinistro; il reciproco arricchimento di idee, proposte, esperienze al fine di sostenere lo sviluppo del territorio valorizzando l’attitudine del partenariato economico e sociale; la rappresentazione degli interessi e delle istanze comuni delle comunità territoriali a livello regionale e locale confrontandosi con le istituzioni preposte.

Ecco i responsabili eletti

Quattro sono i campi che hanno permesso di creare il gruppo di coordinamento e di eleggere i responsabili di azione:

1. Usi e sicurezza del Fiume, eletto Carmelo Bagarella, presidente dell’associazione di volontari di protezione civile Arci Grifone.

2. Fruizione naturale, culturale, turistico-sportiva – eletto Antonino Montalbano, presidente dell’associazione Vivere Slow;

3. Qualità ambientale e paesaggio – eletto Giuseppe Alfieri, presidente dell’associazione Legambiente-Circolo delle due Rocche;

4. Competitività economica dei sistemi produttivi mediante la bio-economia – eletto Pasquale Marino, delegato dall’Associazione Slow Food Monti Sicani.

A rappresentare l’Assemblea generale delle associazioni è stato eletto Luca Gazzara, esponente del Movimento Cristiano Lavoratori, Unione provinciale di Palermo, e già referente dell’Unione dei Comuni del Corleonese per ciò che attiene il Contratto di Fiume.

La soddisfazione da parte delle istituzioni

«Stiamo lavorando bene – afferma Pippo Palmeri, presidente dell’Unione dei Comuni del Corleonese e sindaco di Roccamena -, in particolare grazie all’impegno del gruppo di tecnici guidati dall’architetto Daniela Lima. Siamo sulla buona strada. Spero riusciremo presto a raggiungere gli obiettivi prefissati».

«Con l’elezione del gruppo di coordinamento – dice Nicolò Nicolosi, sindaco di Corleone, Comune capofila del progetto – è stato posto un altro tassello verso la piena realizzazione delle azioni previste dal Contratto di Fiume del Corleonese-Alto Belice Sinistro. La tutela dell’ambiente e la valorizzazione dei territori sono una premessa indispensabile ad uno sviluppo economico e sociale di cui le nostre aree si fanno promotrici, facendo sempre più squadra e diventando esempio per altre realtà locali».

 

LEGGI ANCHE: Pesaro, Campionati Italiani Assoluti di Nuoto Fisdir: medaglie di bronzo per i Delfini Blu e Salvatore Agnello (TeLiMar)