FastucUp - intervista a Marnagela Galante

Intervista all’Amministratore Unico: Mariangela Galante

FastucUp è una nuova Startup innovativa, sorta all’inizio di quest anno, a Caltanissetta, che tramite una piattaforma digitale permetterà la compravendita di pistacchio siciliano, e di altri prodotti biologici, specialmente del territorio nisseno.

La redazione di NewSicily ha incontrato il CEO di FastucUp: Mariangela Galante, per un’intervista che siamo lieti di pubblicare.

Come è nata l’idea che ha dato origine a FastucUp?

L’idea nasce da una chiacchierata sul Tower Bridge a Londra, qualche anno fa; l’idea è stata poi perfezionata a Roma, e successivamente ha preso realmente piede nell’entroterra siculo, a Caltanissetta.
È un’iniziativa che nasce dalla grande sintonia dei tre soci, dalla voglia di rivalsa di due siciliani, e dalla voglia di sfida di un romano, ormai siciliano d’adozione.

FastucUp ha il primario obiettivo di facilitare l’incontro tra produttore, e consumatore di prodotti biologici locali, tramite un’apposita piattaforma digitale, indirizzando così l’utenza verso un consumo di prodotti biologici a Km 0. Quali sono i vostri punti di forza?

I punti di forza della nostra startup li riassumerei così:

    • team coeso, e con specifiche competenze trasversali unite a know how specialistico;
    • presenza in staff di due nisseni che conoscono molto bene il loro territorio con i propri pregi e difetti, nonchè i vantaggi e gli svantaggi;
    • presenza in staff di un produttore locale: Francesco Riggi, co-proprietario dell’azienda agricola La Fastuchera.

pistacchio

Oltre a te, che ricopri il ruolo di amministratore unico, quali sono le altre risorse umane coinvolte nel progetto di FastucUp, e di cosa si occupano?

I miei soci sono Francesco e Flavio. Francesco, siciliano come me, è dottore in Informatica e, attualmente, Responsabile IT per una nota azienda italiana dal 2013; si occupa di progettazione, gestione e assistenza di sistemi informatici e sviluppo web/software. Definisce e coordina l’area “Information and Technology”, ogni codice della piattaforma FastucUP è affar suo.

Flavio, romano, è il nostro Business Strategist. Ha un’esperienza ventennale come CEO, abbraccia oggi più progetti, e ne segue lo sviluppo, dalla costituzione al debutto sul mercato. Giornalista professionista, ha assunto vari incarichi di responsabilità in diverse redazioni giornalistiche e radiofoniche.

Chiaramente, oltre ai soci, attorno a FastucUP orbitano già diversi collaboratori a vario titolo, dalla grafica all’ufficio stampa.

 

In FastucUP si parla di moderni processi produttivi. Ci spieghi cosa significa?

Dalle competenze specifiche di cui è dotato il nostro team, nasce l’idea della piena applicazione della tecnologia alla filiera alimentare, sperimentando quindi anche moderni processi produttivi.
Questo significa che, in tale contesto, ogni attore è a conoscenza delle esigenze del successivo anello produttivo, consentendo così una ottimale gestione dei processi (produzione, ordini, spedizione).
E anche da un punto di vista economico, sarà più conveniente per tutti.

Quali saranno i prossimi step?

Sicuramente il prossimo step più importante sarà l’avvio della raccolta crowdfunding che avverrà a inizio estate.
Ideare un progetto e costituire la società dal notaio è un conto, presentarlo al meglio, convincere gli investitori, avere del capitale e decollare è tutt’altro conto.

Nicola Scardina

Articoli correlati

Nasce la startup nissena FastucUP, BioDigital.

Articoli consigliati

Risanamento del deficit al Comune di Palermo, Claudio Barone (Uil Pensionati Sicilia) contro l’aumento dell’Irpef senza un tetto :«Non si può scaricare tutto sui più deboli che pagano le tasse».

Di Nicola Scardina

Appassionato di informatica, svolge attualmente attività come webmaster freelance. Dal 2017 è collaboratore giornalistico del Settimanale di Bagheria, per il quale scrive articoli ed interviste che spaziano su diversi ambiti: da eventi culturali come presentazioni di libri, e film di registi ed attori emergenti, a temi più impegnati come la tutela ambientale. Nel maggio del 2021, fonda assieme a Gabriele Vernengo, NewSicily, portale di informazione per le startup siciliane. Dal dicembre 2021, gestisce Sicily Hub, portale di informazione dedicato alla Sicilia, fondato da Emanuele Fragasso. Dal luglio 2022, gestisce il sito The Italian News, una delle primissime redazioni under25 in Italia. Dall'agosto 2022 collabora con Palermo Post, scrivendo articoli di cronaca.

2 pensiero su “FastucUP: la nuova start up innovativa che esplora e valorizza i prodotti biologici siciliani”

Lascia un commento