Polo Meccatronica Valley di Termini Imerese - Cerimonia consegna chiavi a Palermo, Parco d'Orleans, 23 giugno 2021

Dopo le opportunità offerte dalla ZES, i possibili sbocchi occupazionali della meccatronica

La città di Termini Imerese (PA) si appresta a diventare il “cervello pulsante” del Polo Meccatronica Valley, la Rete d’impresa promossa dal Distretto produttivo della Meccatronica della Sicilia, alla quale Invitalia, Agenzia per lo sviluppo del ministero per l’Economia, ha affidato la gestione dell’incubatore realizzato e collaudato nel 2015 e ora finalmente pronto a partire.

La meccatronica scienza ingegneristica di alto livello

Un altro importante tassello si va ad aggiungere così al quadro di attività industriali di Termini Imerese, dopo l’inserimento nella ZES (Zona economia Speciale) di un anno fa, grazie al suo porto ed al suo agglomerato industriale: la Meccatronica, disciplina che studia il modo di far interagire la meccanica, l’elettronica e l’informatica, al fine di automatizzare i sistemi di produzione, semplificando e sostituendo il lavoro umano.

È una scienza ingegneristica, che prevede corsi di laurea appositi, offerti in alcune università italiane e nel mondo, che rappresenta un connubio tra ingegneria meccanica, ingegneria elettronica e ingegneria informatica con specializzazioni nel ramo della robotica, elettronica, informatica, telecomunicazioni, sistemi di controllo, e produzione.

La firma della convenzione tra Invitalia e Polo Meccatronica Valley a Palermo, presso Parco d’Orleans, è avvenuta il 23 giugno

La firma della convezione tra Invitalia e il Polo Meccatronica Valley è avvenuta nel corso di una cerimonia nel pomeriggio del 23 giugno, a Palermo, presso Parco d’Orleans, adiacente all’omonimo Palazzo, sede della Presidenza della Regione Siciliana.

Alla cerimonia erano presenti Nello Musumeci, Presidente della Regione Sicilia, i componenti della giunta regionale, e una delegazione delle imprese fondatrici del Polo Meccatronica Valley.

La consegna delle chiavi della struttura al presidente del Polo, Antonello Mineo, è stata effettuata da Gabriele Visco, responsabile per Invitalia dell’incubatore.

All’iniziativa erano presenti anche alcuni dei partner del Polo Meccatronica Valley: Ico Valley insieme a Confindustria Ivrea, Siderpali del gruppo Mitas, Cio Club e It manager, Consorzio sit, Upi, Digital Magic, ed anche We Start, incubatore di startup, fondato dal Dott. Manfredi Mercadante, nel periodo difficile del lock down, inizialmente nato come Think Tank, come Laboratorio di idee made in Sicily, e trasformatosi poi in una realtà che si propone come “Acceleratore Territoriale” per lo sviluppo dell’economia siciliana.

La struttura del Polo Meccatronica Valley

La struttura, che sorge nel cuore dell’area industriale di Termini Imerese, è quindi pronta per ospitare al suo interno 31 imprese, tra cui 12 start-up, e 5 aziende del Nord Italia provenienti dalla Lombardia, dalla Toscana e dal Trentino Alto Adige. Su una superficie complessiva di oltre 4.000 metri quadrati, di cui 3.260 sono coperti, il polo Meccatronica Valley è costituito da tre corpi principali, 12 laboratori, nonché spazi di co-working, uffici amministrativi e di rappresentanza.

La Mission del Polo, si rivela molto ambiziosa, prevede, infatti, la creazione a medio termine di una piattaforma di innovazione diffusa e condivisa, aperta al contributo degli operatori economici, delle amministrazioni pubbliche, degli ordini professionali e delle università. Il progetto è orientato, inoltre, a sostenere l’ecosistema dell’imprenditorialità siciliana, con l’obiettivo di generare sviluppo economico e occupazione nelle filiere industriali innovative. Sono Sette le direttrici tematiche del Polo Meccatronica Valley: Industria 4.0, Start up incubatore/acceleratore, efficientamento energetico, Sos Covid, Smart cities, Laboratorio comune, e Formazione.

Di Nicola Scardina

Appassionato di informatica, svolge attualmente attività come webmaster freelance. Dal 2017 è collaboratore giornalistico del Settimanale di Bagheria, per il quale scrive articoli ed interviste che spaziano su diversi ambiti: da eventi culturali come presentazioni di libri, e film di registi ed attori emergenti, a temi più impegnati come la tutela ambientale. Nel maggio del 2021, fonda assieme a Gabriele Vernengo, NewSicily, portale di informazione per le startup siciliane. Dal dicembre 2021, gestisce Sicily Hub, portale di informazione dedicato alla Sicilia, fondato da Emanuele Fragasso. Dal luglio 2022, gestisce il sito The Italian News, una delle primissime redazioni under25 in Italia. Dall'agosto 2022 collabora con Palermo Post, scrivendo articoli di cronaca.